mercoledì 17 marzo 2010

Neofiti del kefir: come accogliere i primi fermenti vivi

Le popolazioni rurali dell'est producevano il Kefir in semplicità.
Il latte fermentato nei contenitori di pelle di capra era un elemento base della dieta quotidiana.
Una dieta povera, simile a quella dei nostri nonni che si nutrivano prevalentemente di fagioli e polenta.
E' straordinario come un fatto di antica tradizione si stia diffondendo grazie alle nuove tecnologie!
Tramite il web siamo in grado di condividere informazioni sulla gestione e produzione del Kefir, partendo da una minima quantità di fermenti vivi.
Stiamo facendo un moderno passaparola, ci scambiamo impressioni e suggerimenti per migliorare il prodotto del latte fermentato che ci piace tanto.
Ecco ad esempio cosa mi scrive G.P. da Genova, dopo aver ricevuto a casa i suoi primi fermenti:

"Grazie, Fabiola, ben ricevuto e complimenti per la tua precisione.
Provvedo subio a smistare il plico a mai moglie A. che si occuperà di "allevare" i nostri ciccioli, e ti saprò dire.
Una precisazione: ad ogni cambio di latte devo lavare i ciccioli? Inoltre, per la nostra dieta, posso usare il latte magro?
Grazie per il tuo valido aiuto a noi neofiti."
Ciccioli nuovi in cucina




Posso immaginare l'ambiente domestico che accoglie con entusiasmo i nuovi arrivati, anche voi?
Ecco la mia risposta ai nuovi produttori di Kefir di latte:


"Grazie a te per la bella notizia dell'arrivo dei fermenti!
Sono felice di sapere che se ne occuperà tua moglie....adesso sono più tranquilla, scherzo, ma è vero!:-)
Di a tua moglie che non deve stressarsi a lavare i ciccioli: si tratta di una pratica da eseguire solo in particolari casi. Capiterà che vogliate vedere come sono fatti i ciccioli; oppure nel caso di eccessiva frizzantezza e acidità; o per suddividere delle porzioni da congelare.
Ma niente di metodico e noioso.
Per quanto riguarda il tipo di latte da utilizzare: fino a quando non avrete almeno 2 cucchiai di ciccioli, consiglio di nutrirli con il latte intero fresco o a lunga conservazione.
Dopo il raggiungimento di questa proporzione ottimale, sarete liberi di avviare ogni tipo di esperimento e confronto...magari su due vasi diversi.
Ricevo notizie di esperimenti con qualunque tipo di latte e sono tutti soddisfatti; ce ne fosse uno che mi parla di intolleranza al lattosio o altre problematiche patologiche che spingono a queste scelte diverse!
Pare si tratti solo di gusto e sapore...su questo non ho dettami da raccomandare.
Colgo l'occasione di salutare calorosamente tua moglie e di invitarla a partecipare nel Blog con i commenti pubblici.
Saluti kefirosi da Fabiola"

Benvenuti a tutti i neofiti del Kefir e a quelli che stanno per assaggiare il loro primo Kefir di latte!

1 commento:

  1. Ciao carissima Fabiola!
    Quanto mi hai reso felice con la tua generosa spedizione dei fermenti vivi, anzi VIVISSIMI!
    Oggi sono passate 24 ore, ma sai, non sto ancora cambiando il latte... il siero galleggia solo in superficie! è normale? Cosa mi consigli di fare? Il mio adorato fidanzato sta diventando premuroso verso i "cicciolini"; oggi mi diceva: "ancora non gli dai nuovo latte da mangiare"? Il " miracoloso" elisir ammorbidisce pure i duri?!Secondo me c'è sotto qualcosa??? Vorrà anche lui la sua bella porzione pronta da gustare! Tu che dici?Scaltro!!!
    Un affettuoso saluto da tutti e due!
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE :-))))

    RispondiElimina

Scrivi la tua domanda o riflessione sul Kefir di latte, ti risponderò in breve tempo!

Archivio blog

Seguimi tramite email