lunedì 30 aprile 2012

Fermenti vivi del Kefir in produzione intermittente e discontinua

Cosa accade ai fermenti vivi del Kefir se la nostra produzione non è regolare e metodica? Possiamo mettere in pausa i fermenti vivi senza rischiare di rovinarli irreparabilmente? Abbiamo la mania di evitare le abitudini per non diventarne schiavi ma, essere schiavi del Kefir è un privilegio, non una pena!
Ipotizziamo di voler cadenzare la produzione del Kefir nell'arco di un mese, saranno disposti i fermenti vivi a riattivarsi a comando, uscendo da un sonno forzato, al freddo del frigorifero?

Domanda di una Kefirista:
Ciao, ho iniziato anch'io a preparare il Kefir. Io i fermenti li tengo in frigo; in un bicchiere coperto di latte (al momento ho solo quello scremato...so che non va bene). Quando decido di preparare il Kefir, li sciacquo con acqua e poi procedo nella preparazione mettendoci del latte intero fresco. La mia domanda era se era necessario tenerli in frigo quando non si prepara niente.Grazie!
La mia risposta:
Ciao, mi sembra di capire che tratti i tuoi fermenti vivi come si fa con la pasta madre: fin quando non occorre, si tiene in frigo e si rinnova periodicamente con acqua e zucchero. Non ho mai sperimentato il tuo sistema, quindi non so dirti se ci sono effetti indesiderati sulla qualità del Kefir prodotto.
Posso dirti che qualunque cambiamento influisce sui fermenti vivi: temperatura ambiente, temperatura del latte, tipo di latte, tempi di fermentazione...
Gli effetti possono essere minimi o ben visibili, come ad esempio una strana propensione a sgretolarsi in mille pezzettini, oppure uno sfilacciamento dei fermenti e un odore pessimo.
Ma l'effetto collaterale più evidente e negativo è il cambiamento del sapore del Kefir.
Una produzione accidentale, occasionale, periodica e non metodica, trasforma il sapore del Kefir da quasi dolce a estremamente frizzante e acido.
Un Kefir ultra acido o dall'odore sgradevole è comunque benefico per la salute umana...ne ho mangiato tanto non esattamente delizioso...
Però è difficile appassionarsi ad un cibo frizzante e acido fino a vederne i benefici sulla propria salute!
Il sapore misteriosamente divenuto cattivo è la prima causa di abbandono del Kefir di latte.
Questo è davvero un peccato mortale!!
Se non vuoi produrre del Kefir, congela attentamente i tuoi fermenti vivi e quando vuoi riprendere, scongela!
A mio parere è l'unico modo sicuro per ripartire con la produzione senza incorrere nel rischio di cambiare il sapore del Kefir originale.

Conclusioni
Non smettete mai di produrre e mangiare il vostro Kefir di latte; in natura ci sono pochi elementi privi di controindicazioni, sani e benefici quanto il Kefir! Chi ha cura dei propri fermenti vivi per un tempo abbastanza lungo da vederne gli enormi benefici sulla salute, non li mette mai a riposo.
Chi è discontinuo nella produzione e nel consumo del Kefir, non può stupirsi di cambiamenti improvvisi nel sapore del Kefir e soprattutto nel mancato miglioramento del proprio stato di salute.

2 commenti:

  1. Finalmente ,per la prima volta ,dopo i consigli di Fabiola ho messo in un bel vasettone di vetro da 1 litro i miei fermenti.Ho coperto l'imboccatura del barattolo con un sacchetto ,sapete.... quelli di velo dove gli sposi mettono i confetti,che ha tra l'altro un bel laccetto che si tira per chiudere.Hanno finalmente respirato bene i piccoletti e ora il kefir sta crescendo una meraviglia!Basta con frigorifero ,basta con nottate al freddo,senza buon cibo(solo latte scremato..sigh!)ora finalmente stanno saziandosi a volontà,a temperatura ambiente e in una "culla di latte fresco intero.Si sente già l'odore...non quello acido che sembrava quasi aceto...ma quello della mozzarella fresca...è ciò che io ora sento !!Non vedo l'ora di mangiare questa leccornia della natura.
    Ciao
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella dichiarazione! Grazie per la fiducia che hai riposto nei miei consigli sinceri! E' una grande soddisfazione per me sapere che il Kefir porterà anche a casa tua i benefici sulla salute di cui sono capaci! Buon primo Maggio cara Laura!

      Elimina

Scrivi la tua domanda o riflessione sul Kefir di latte, ti risponderò in breve tempo!