giovedì 12 aprile 2018

Kefir di latte e di acqua derivati dagli stessi fermenti vivi

La produzione del Kefir di latte e quella del kefir d'acqua avviene attraverso l'uso degli stessi fermenti vivi. Per fare il Kefir di latte si usano fermenti vivi bianchi immersi in buon latte intero fresco. Per fare la bevanda chiamata kefir d'acqua si deve prima convertire i fermenti vivi bianchi in agglomerati simili ma trasparenti. Questa trasformazione dei ciccioli bianchi è irreversibile e vitale solo per alcuni mesi, mentre gli originali fermenti bianchi nutriti con il latte, restano vitali e integri per sempre.

Kefir creato dai fermenti vivi bianchi e latte intero

Chi desidera produrre la bevanda kefir d'acqua deve prevedere il rinnovo trimestrale dei fermenti trasparenti. Chi produce normalmente il Kefir di latte può tranquillamente continuare ad usare gli stessi fermenti vivi immutabili ed eterni.

Ad ogni cambio del latte il volume dei fermenti vivi cresce in misura variabile. Per mantenere stabile il sapore del Kefir di latte vanno tolte delle eccedenze di fermenti che possono essere convertite in fermenti trasparenti, adatti alla produzione del kefir d'acqua.

Trasformazione dei fermenti vivi bianchi

Convertire i fermenti bianchi in altrettanti fermenti trasparenti è facile, basta smettere drasticamente o gradatamente di nutrire i ciccioli con il latte e tenerli in ammollo con acqua e zucchero per almeno 3 cicli di 24 ore ciascuno. Ad ogni cambio dell'acqua e dello zucchero vanno conservati i fermenti e gettato via il liquido. Al termine di questa prima fase si noterà che i fermenti tendono a diventare trasparenti e sono pronti per entrare in azione con nuova acqua + zucchero di canna + fichi o prugne + limone. Le ricette del kefir d'acqua variano in base ai gusti; importante è non chiudere ermeticamente il contenitore per evitare che la pressione dei gas di fermentazione creati nelle 24 ore, rompano la bottiglia o il vaso.
Il kefir d'acqua è una bevanda frizzantina e alcolica con spiccate proprietà lassative o astringenti in base ai tempi di fermentazione usati.

Fermenti vivi necessari per 2 diverse produzioni di Kefir



Se siete rimasti a corto di fermenti trasparenti, ricordatevi l'importanza di produrre sempre un po' di Kefir di latte, unico modo per fare scorta attraverso le naturali eccedenze giornaliere.

Producendo il Kefir di latte potete contare su un apporto eccezionale di probiotici benefici per la salute e se amate anche la bevanda frizzantina, siete già equipaggiati con l'ingrediente fondamentale per crearla!

2 commenti:

  1. ciao Fabiola!
    ti seguo da tanto e per alcuni anni ho fatto il il kefir di latte con i tuoi fermenti poi ho abbandonato e ora ho ripreso con il kefir d'acqua, ma non sapevo che dopo tre mesi i granuli vanno cambiati, come mai? io continuo a produrre sempre del buon kefir d'acqua e a volte ho delle eccedenze di granuli che butto.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, mi fa piacere leggere il tuo commento che deriva da una esperienza personale. Sono certa sarà di aiuto a tutti! La necessità di rinnovare i fermenti adatti alla produzione del kefir d'acqua deriva dal fatto che con il tempo diminuisce la forza dei lieviti e dei batteri in grado di dare dei benefici sulla salute di chi assume la bevanda fermentata. Non si tratta di diminuzione del volume dei fermenti, ma di un calo della qualità intrinseca dei fermenti. Se tu non hai notato nessun cambiamento negli effetti benefici del tuo kefir d'acqua, raccontaci la tua ricetta, forse il segreto sta negli ingredienti e nei tempi che usi per la tua ricetta del kefir d'acqua!

      Elimina

Scrivi la tua domanda o riflessione sul Kefir di latte, ti risponderò in breve tempo!

Archivio blog

Seguimi tramite email