martedì 5 gennaio 2010

Come ottenere mezzo chilo di kefir da mangiare: proporzioni ottimali

I fermenti vivi del Kefir crescono continuamente a contatto del latte intero fresco o a lunga conservazione.
Il prodotto della fermentazione cambia quando nella stessa quantità di latte vengono immersi più o meno fermenti vivi.

La mia esperienza diretta si basa su contenitori di vetro da un chilogrammo in cui metto di volta in volta circa 2 cucchiai abbondanti di fermenti vivi strizzati.
Aggiungo tutto il latte intero che entra nel vaso fino all'orlo e lascio in fermentazione non chiuso ermeticamente per 24/30 ore.
In questo lasso di tempo di solito si forma il siero trasparente che si separa decisamente dal resto del composto.
La separazione del siero è ben visibile a occhio nudo e dimostra chiaramente che la fermentazione è completata con successo.
Parte del composto spinge verso l'orlo del contenitore creando una piccola cupola; a volte sulla superfice si forma una pellicola giallastra dall'odore forte: questa pellicola va assolutamente tolta e non mescolata al resto del Kefir.
Versando di colpo tutto il prodotto della fermentazione in un colino si mischiano i fermenti con il siero e anche la pellicola giallastra ottenendo una bevanda semiliquida dall'acidità non esattamente gradevole!

Chi ha pochi fermenti deve attenersi a scrupolose regole di igiene e filtraggio almeno fino al momento in cui i fermenti si sono riprodotti in gran quantità.
Si tratta di un periodo breve che va dalle due alle quattro settimane in cui si dovrebbe semplicemente cambiare il latte e sciacquare i fermenti se la pellicola giallastra persiste.

I fermenti possono essere sciacquati ogni tanto ma, prima di essere nuovamente immersi nel latte intero devono essere ben strizzati.

Nella foto che pubblico oggi potete vedere chiaramente quanti fermenti ci vogliono per ottenere il composto denso (privo di siero) pronto da mangiare.

Il contenitore con il Kefir pronto da mangiare deve essere mantenuto in frigo fino al momento del suo consumo, altrimenti i lactobacilli tenuti a temperatura ambiente gradatamente muoiono, perdendo tutte le loro proprietà benefiche per l'organismo.

Se avete domande o curiosità sul Kefir di latte potete lasciare liberamente un commento a margine del post, vi risponderò volentieri!

32 commenti:

  1. Mio marito si prende cura della produzione del kefir. Ora e` partito e molto gentilmente mi ha preparato qualche vasetto di kefir da conservare in frigo e consumare nei prossimi giorni(sono pigra!). Ho notato pero` che si e` formato in ogni vasetto una grande quantita` di siero sul fondo.La mia domanda e`:devo liminare questo siero o mescolare il tutto e berlo? Eliminandolo perdo anche delle proprieta` importanti? Grazie mille Francesca

    RispondiElimina
  2. Bella domanda, grazie di averla posta! Se vedi molto siero è perchè il filtraggio non è stato lungo goccia a goccia (come faccio io). Probabilmente vi piace consumare il kefir semi liquido come una bevanda; di solito non vi accorgete del siero perchè viene mescolato automaticamente quando scende nel contenitre sotto al colino. Ora hai due scelte: mangiare con il cucchiaio il kefir che trovi in superfice, fino ad arrivare alla parte liquida; oppure mescolare tutto e bere il kefir liquido. Io conosco i grandi benefici del kefir denso senza siero, ma molte persone dicono che anche il siero fa bene e non ho motivi per dubitarne! Ciao e complimenti a tuo marito che ti prepara il kefir!!:-)

    RispondiElimina
  3. ma se dopo ben 36 ore e' ancora solo latte ?
    cosa significa ?

    RispondiElimina
  4. In tanti anni e con tanti esperimenti ho visto anche io contenitori apparentemente privi di attività vitale da parte dei fermenti!! Sorvolo sulle mille domande che mi sono fatta e ti scrivo direttamente le risposte: 1) Ai fermenti non piace il tipo di latte. 2) I fermenti sono stressati dallo scongelamento, da sbalzi termici o da un eccessivo sciacquettio sotto al rubinetto dell'acqua. 3) Vaso troppo grosso. 4) Vaso troppo piccolo. 5) Fermenti in vacanza nel loro eremo invernale...OK..questa è una battuta!
    ******Non ti preoccupare, mescola delicatamente con un cucchiaio e lascia riposare ancora...ma dopo altre 24 ore fai il filtraggio e cambia il latte perchè rischi di ottenere un Kefir troppo acido. Controlla i vari fattori ambientali e non demordere!! Ciao, fammi sapereeeee!!

    RispondiElimina
  5. Salve Fabiola, io non ho ancora i granuli... Ma nell'attesa di poterli avere mi chiedo:
    se si dovesse mancare di casa 1 giorno o 2 o 3 o ancora una settimana?
    E se a volte non lo si mangia,con quello che si ha che si fa? Si butta?
    Non vorrei fare sprechi inutili.
    Ad ogni modo essendo l'unica che in famiglia lo mangerebbe non potrei prepararne 1 litro al giorno! Come dovrei regolarmi?
    Grazie!

    RispondiElimina
  6. @ Ciokkyna: anche se non hai iniziato la tua produzione, mi sembri molto previdente! Mai sprecare i fermenti o il latte e tanto meno il meraviglioso Kefir di latte! All'inizio dovrai cercare le proporzioni ideali per una fermentazione ottimale dei ciccioli con il latte intero fresco. Se devi interrompere la produzione per alcuni giorni, puoi scegliere di immergere i fermenti in un grosso contenitore con del latte intero a lunga conservazione e tenerli in frigo, oppure puoi congelare i fermenti in piccole porzioni (aggiungendo del latte). Scommetto che quando inizierai a mangiare il kefir...non te ne separerai facilmente!! Ciao e grazie della tua partecipazione!

    RispondiElimina
  7. Cara Fabiola, volevo aggiornarti sullo stato di salute dei miei ciccioli: sono vivi e vitali, si moltiplicano a meraviglia e sono cicconi e forti. Sono passata dal vaso da mezzo litro al vaso da un litro, perchè ormai nel mezzo litro stavano stretti!!! Volevo dirti che lo sconforto dei primi giorni che attanaglia i neofiti deve lasciare lo spazio alla fiducia in te: è vero, è solo una questione di tempo...io ho ricevuto i fermenti il 2 febbraio e solo dopo un mesetto posso affermare di avere una coltura che sta incominciando a produrre delle eccedenze in proporzione a quello che è il mio consumo abituale, e di ottenere un kefir ottimo, anche usando il latte parzialmente scremato; c'è da dire che ho fatto un po' di esperimenti e ho trovato il latte che a loro piace molto.Dopo che avrò fatto arrivare stabilmente la produzione a 1 litro di latte passerò ai miei esperimenti sul latte vegetale. Quindi, per tutti i neofiti che si affacciano a questa magnifica esperienza di salute e soddisfazione....ABBIATE FIDUCIA in quello che vi dice Fabiola: tutto miracolosamente si avvera, anche se all'inizio sembra impossibile!!! Date il tempo alla natura di fare il suo corso, di riprendersi dagli shock e di abituarsi a voi.....questo mi aiuterà anche nei momenti di stallo nella crescita dei ciccioli o durante la produzione di kefir meno buoni di quello attuale....un saluto a tutti!!! gilda

    RispondiElimina
  8. @Gilda: sono commossa!! Del tuo pensiero farò un quadretto da appendere sopra al mio letto. Mi consolerà nei momenti di sconforto: quando penso che non ho abbastanza autorevolezza per convincere qualcuno dei grandi vantaggi di produrre e mangiare il Kefir.
    Il miracolo lo hai fatto tu: mi sento più motivata e coraggiosa! GRAZIE

    RispondiElimina
  9. @Fabiola:.....adesso mi fai arrossire!!! non sai la gioia che si prova quando vedi il tuo primo kefir simile, non dico uguale, a quello delle tue foto...si parte da un liquidino misto di cui non conosci bene neppure l'origine, ne hai sentito parlare, leggi, ti informi, ma lo consideri come ancora qualcosa da studiare...di cui ignori i comportamenti e le reazioni...poi pian piano la "cosa" si modifica, e prende la strada di come effettivamente deve essere: allora sai che stai facendo le cose giuste e che i risultati ci sono...è una grande soddisfazione e una soddisfazione non solo del palato!!! grazie e alle prossime ricette....(oramai che la ricotta è diventata una sana abitudine!!!!)

    RispondiElimina
  10. Ciao io ho i grani di kefir da circa 10 gg e per adesso le cose non vanno molto bene... allora all'inizio erano inermi e non producevano nulla, dopo circa 3 gg hanno iniziato a fare una minuscola quantità di kefir e tanto siero... poi una magica volta soltanto hanno prodotto sia kefir che siero e l'ho potuto filtrare e mangiare i kefir anche se era un po liquido...
    ecco da 2 gg quando credevo di aver preso il via i grani sono di nuovo inermi, ovvero il latte resta liquido... ho provato a cambiare contenitore e a mettere meno latte... nulla... all'incirca sono un cucchiaio da minestra di grani ma non ho capito se vanno lavati o no e se vanno strizzati, per cui io per adesso li ho lavati solo qualche volta e mai strizzati...
    mi dai una mano????????
    mi sembrano anche un pochino giallini non bianchissimi... mica saranno morti?
    grazie mille...
    francesca

    RispondiElimina
  11. Ciao Francesca, strani fermenti vivi, vero? Credo si stiano solo ambientando a casa tua, con te! Hai già visto la separazione del siero e hai potuto anche filtrare una piccola quantità di kefir di latte: segno che i fermenti in tuo possesso sono VIVI...altro che inermi! :)
    Ti consiglio di smettere di sciacquare i fermenti tra un ciclo di fermentazione e l'altro. Se poi non li strizzi bene....aggiungi acqua alla loro dieta fatta di buon latte intero fresco! L'acqua non è proprio l'ideale per farli crescere fino a raddoppiare e triplicare all'infinito la loro quantità iniziale.
    Ricorda che per fare il kefir d'acqua si usano gli stessi fermenti vivi ma poi non si può più tornare indietro alla produzione del kefir di latte. Segno che la presenza dell'acqua nel vaso potrebbe infastidire la normale reazione dei fermenti vivi a contatto per 24 ore con il latte.
    Con un cucchiaio di fermenti la quantità di latte da fermentare è circa mezzo litro. Aumenta il latte solo tra una settimana.
    Torna a scrivere della tua esperienza, sei la benvenuta qui! Saluti kefirosi!!

    RispondiElimina
  12. ciao Fabiola, anche oggi niente kefir, stamani ho cambiato il latte, ho messo latte a temperatura ambiente uht parz. scrematodi un'altra marca e ho strizzato i granuli, ma nulla... ora ho controllato e sono a galla nel latte ma non c'è traccia di separazione del siero... non so che pensare... eppure il latte è sempre stato parz. scremato... li tengo al buio e appoggio solo il tappo del barattolo...
    ma saranno mica morti? come lo capisco?
    grazi e scuasami di nuovo.
    francesca

    RispondiElimina
  13. Ogni giorno rispondo a molte email dove mi si chiede di spiegare come si capisce se i fermenti sono vivi e sani. Non ho esperienza di fermenti inattivi...questo va precisato! I miei fermenti sono vivissimi! Le persone che arrivano su questo Blog e chiedono un consiglio nei commenti non hanno i miei fermenti! Anche perchè tiro le orecchie via email a tutti i neofiti che decidono di iniziare la produzione con le mie eccedenze di fermenti vivi del Kefir!
    C'è un grande scambio di email con direttive ad alta voce da parte mia (sorriso).
    Poi assisto ad un lungo periodo di silenzio seguito da nuove email entusiastiche!
    Non sarà un caso!!
    Temo che tu Francesca non abbia iniziato bene la prima accoglienza dei tuoi fermenti!
    Io non discuto la provenienza perchè credo che i fermenti sono originariamente forti e vitali.
    Il problema può nascere nel periodo del viaggio, nell'imballo e nella quantità iniziale....poi quando arrivano a casa e non si predispone la giusta accoglienza...può veramente accadere di tutto! Anche la morte dei fermenti...suppongo con tristezza!
    Nel caso di Francesca ci voleva una buona quantità di latte INTERO FRESCO VACCINO per riattivare i fermenti dopo non so quale viaggio. Lei stessa ci scrive di aver sempre usato il latte parzialmente scremato!
    Scusami Francesca...questo è un...cazziatone pubblico...ma non si può dare la camomilla ad un moribondo disidratato...concorderai che è meglio una flebo di cognac!(latte intero fresco).
    Rientro nel ruolo di signora calma e gentile, mi scuso per aver perso le staffe...ma come molti di voi sanno...i fermenti del Kefir sono sacri per me!
    Concludo dicendo a Francesca: insisti...non farli morire, vai a comprare un litro di latte intero fresco!
    Ciao

    RispondiElimina
  14. ciao fabiola, come và? avevo scritto un lunghissimo commento e per sbaglio ho cancellato tutto :_( che rabbia!!!!
    concordo con tutto quello che hai detto, non si può dare del latte parzialmente scremato a dei granuli che hanno passato molte ore in un sacchetto di plastica,bisogna dargli per almeno 15 giorni del latte fresco intero, poi si potrà pensare di passare al latte a lunga conservazione sempre intero, e se poi in seguito si deciderà di utilizzare latte parzialmente scremato, sarà molto difficile avere una separazione del siero, una mia collega alla quale avevo regalato dei granuli, si lamentava sempre che il latte sembrava che non fermentasse perchè rimaneva molto liquido,le davo tante dritte, fich'è a un certo punto le ho chiesto che latte utilizzava, e ho scoperto che utilizzava il P.S. le ho fatto usare subito il latte intero e dopo due giorni mi aveva detto del cambiamento del suo kefir. Ho una domanda per te carissima fabiola!!!!..... com'è il tuo kefir in questi giorni?il mio per un bel pò è stato mooooolto denso e per niente acido, ora da circa una settimana è poco denso e produce poco siero, dopo diversi perchè, forse ieri ho scoperto la causa, mentre mescolavo i granuli con il latte nuovo, ho tirato su col cucchiaio un granulo per osservare le sue forme, e mi sono ritrovata il cucchiaio pieno, l'ho riversato nel latte e ho riprovato a tirarne fuori uno, e il cucchiaio era di nuovo pieno...ho guardato meglio e ho scoperto che era un unico granulo che riempiva il cucchiaio, per curiosità l'ho fatto sgocciolare e l'ho pesato, era 25gr, ho controllato anche nell'altro vaso e anche lì cen'era uno simile ma leggermente più piccolo, allora ho pensato che sia questo il motivo del mio kefir poco denso. ora non mi resta che aspettare che questi grossi granuli si dividano da soli in tanti piccoli granuli e vedere se il mio kefir ritorna denso come prima. a te è mai capitato?ciao a presto, e scusa se sono stata molto lunga!

    RispondiElimina
  15. Ciao Anna, si intuisce il mio imbarazzo a scrivere ancora sul Blog? Ci sono ancora tante cose da dire sul kefir e a volte non trovo le parole giuste. Il mio ultimo commento è un esempio di come mi lascio prendere dall'argomento kefir! Ti ringrazio di avermi richiamata a condividere altre informazioni sui ciccioli...mi ero bloccata! :)
    I miei fermenti vivi in questo momento sono di grandezza media e producono tanto kefir denso affatto acido. Li tengo immersi in buon latte fresco intero e la fermentazione non dura più di 24 ore. Il siero è sempre abbondante e si separa perfettamente come da copione. Da molto tempo non assisto più alla formazione di ciccioli enormi e non mi dispero. Sai che il mio primo obiettivo è avere Kefir fresco ogni giorno e l'acidità ad un livello bassissimo...per questo non cambio nemmeno una virgola delle procedure di produzione!
    Tolgo ad ogni filtraggio circa un cucchiaino di fermenti...forse da un unico agglomerato è più difficile ripristinare le proporzioni ottimali. Tu non spezzettare il cicciolotto....cambia invece il contenitore; forse in più latte si formeranno altri piccoli fermentini e ricomparirà anche il siero in abbondanza.
    Ciao a presto e ancora grazie per avermi sbloccato la parlantina....

    RispondiElimina
  16. mi sono bloccata per un pò anch'io, non sò se ten'eri accorta!!!è la prima volta che mi ritrovo dei ciccioli così grandi, e non ho nessuna intenzione di tagliarli, ci penseranno loro a separasi quando sarà il momento( spero quanto prima),per fortuna il sapore rimane dolce e non è nè acido e nè frizzante.quand'ero al mare da mia madre ho utilizzato dei vasi da 1 litro e non è mai avvenuta la separazione del siero, appena sono tornata a casa li ho divisi in due vasi da 1/2 e il giorno dopo c'erano due dita di siero e tanto kefir densissimo fino a una settimana fà, e ancora mi chiedo da cosa è dipeso.anch'io ogni giorno elimino circa un cucchiaino di fermenti, e a volte anche di più, sono del parere che non arriverò mai a conoscere perfettamente il comportamento dei granuli, hanno sempre un mistero da nascondere!!!ti farò sapere se con la loro separazione ritornerà tutto come prima.ciao.

    RispondiElimina
  17. Carissima Anna se ci sono misteri per noi due...puoi immaginare cosa devono pensare i nuovi amici del kefir di latte di fronte alle sorprese dei fermenti vivi! Mi ero accorta eccome della tua lontananza...e...me ne facevo una colpa! :)
    Ti abbraccio, bentornata!

    RispondiElimina
  18. l'importante non scoraggiarsi mai, finch'è i granuli mostrano segni di vita c'è una soluzione a tutto!!! è ciò che si impara pian piano mantenendo la volontà di riuscire a migliorare sempre di più la propria produzione e non darsi per vinti se qualche volta il nostro kefir non è come vorremmo noi!...credo di essere più testarda io dei miei granuli!
    scusa se ti ho fatto sentire in colpa, è stato solo un momento di blocco mentale,...come dire....non trovavo le parole giuste per scrivere.
    un abbraccio.ciao.

    RispondiElimina
  19. Ciao,mi chiamo Marina e sono ragazza russa,lo preciso perchè, per noi russi kefir è una bibita solita e quotidiana,che talvolte si usa invece di cena.Adesso ci provo io a dire cosa si fa con kefir.Voglio anche dire che leggendo i commenti non sono d'accordo che lo sgocciolate,perchè kefir si beve non si mangia.Infatti lo potete trovare nei brick nei negozzi dei prodotti alimentari russi e ucraini.Non sono molto brava in cucina,ma posso consigliare alle donne capaci di fare pane sostituire l'aqua con kefir.Potete non mettere lievito-l'impasto crescera lo stesso perchè è vivo.Le crepes alla base di kefir sono favolose!C'e un piatto russo che magari per gli italiani sembrera una cosa stranissima,ma vi assicuro che molto dissetante e fresco.Nel piatto profondo mettere kefir e al occhio o a piacere aggiungere cetriolo,wurstel,uovo sodo,ravanello,aneto tutto tagliato a dadini.Meglio lascire piatto nel frigo per 1-2 ore per renderlo più saporito.Qualcuna di voi già immagino ridere-ma almeno posso garantire che stiticchezza non vi minaccia più!!!Poi c'e un altra cosa,non so in quante la provate a fare,perche si mischia kefir e un po di aglio,potete pure salare.Fa bene ai denti e intestino.Sono dalla Russia ma vivevo nella republika dove vivevano le altre nazionalita che usavano questo mix del kefir e aglio insieme ad un po di sale e peppe come salsa per la carne lessa.E alla fine qua ho visto parlare di uso alimentare del kefir mentre c'e anche quello cosmetico.A proposito di questi giorni se qualcuno avuto una scottatura solare,posso sfidare tutte le creme doposole in commercio-non possono dare quel solievo che da kefir sulla pelle.Ma impacco lo dovete cambiare spesso-la pelle subito assorbe kefir.Se tra di voi care amiche c'e chi usa siero cosmetico per le macchie cutanee scure provate kefir come mashera schiarente per viso e le mani.Anche la pele grassa si migliora parecchio usando kefir e siero sulla pelle del viso come maschera. Vi saluto e spero che almeno qualcuna di voi ci trova in mio consiglio qualcosa di utile.

    RispondiElimina
  20. che bello questo articolo! e quanti commenti e risposte utili!
    un bacio

    RispondiElimina
  21. Grazie dei complimenti, ciao!

    RispondiElimina
  22. Cara Marina, grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza! Ho aggiunto il tuo bel commento nella pagina http://omiokefir.blogspot.com/p/kefir-guest-story_18.html
    Così sarà rintracciabile da tutti! Ciao

    RispondiElimina
  23. Ciao Fabiola;
    Da un pò di tempo non invio commenti al tuo blog,ma sappi che lo frequento comunque spesso.
    Ho letto le note che ti ha inviato Marina (la ragazza russa);mi sembra di rileggere una E-mail(forse privata) che ti avevo mandato tempo fa dopo le notizie,sul Kefir, avute dalla mia amica ucraina Irina,di cui aspetto con ansia il ritorno in Italia previsto per settembre.
    Confermano in tutto e per tutto quello che avevo già la fortuna di conoscere.
    Manca solo un riferimento alla possibilità di prolungare per diversi giorni(6/8)la produzione di Kefir senza usare i granuli(a Irina sconosciuti);IL cosi' detto " kefir dal Kefir ".
    Mi piacerebbe avere una conferma su ciò da Marina.

    Ad Anna che ha problemi con un agglomerato troppo voluminoso di granuli,con relativa insufficente separazione di siero,consiglio di provare a mischiare delicatamente il composto ,due o tre volte,durante le 24 ore (cosa assolutamente da me sconsigliata in regime di normale produzione,cioè quando i granuli sono normali e tutto procede regolarmente);in un paio di giorni i granuli dovrebbero cominciare a scomporsi.

    Un saluto a tutti i lettori e uno particolare a te.
    MALKeFiR

    RispondiElimina
  24. Bentornato MALKeFIR! Sempre perfetti i tuoi commenti! Ti sono grata per aver aggiunto credibilità alle parole della nostra nuova amica Marina...è sempre difficile credere a tutto quello che si legge sul kefir!
    Anche la produzione del kefir dal Kefir necessita di chiarimenti; personalmente credo si possa fare solo conoscendo a fondo il meccanismo di base, altrimenti dopo poche volte si rischia di produrre un composto dall'odore e dal sapore lontano dal gusto comunemente sopportabile!
    Spero di leggerti presto, buona estate! Ciao

    RispondiElimina
  25. @fabiola e MALKeFIR:
    ciao! grazie a malk per il consiglio, sto già effettuato questa operazione, e ti dico che è sufficente rompere le scatole ai granuli una volta sola durante le 24 ore, e dopo danno una separazione del siero che se non avessi messo un ciotolino sotto il vaso mi avrebbe allagato l'armadio(forse come vendetta per averlo disturbato!!!:)...)i granuli diventano sempre più giganti, uno si è rotto per la pesantezza, non stava tutto nel cucchiaio e la parte penzolante fuori si è staccata (spero non abbia sentito dolore!!!). comunque devo dire che in questo periodo il kefir è più dolce rispetto a quest'inverno, ma guai a superare di troppo le 24 ore...diventa frizzantissimo!
    un saluto, e chi è al mare faccia buon bagno!
    baci.

    RispondiElimina
  26. @Anna, ci ritroviamo nella battaglia con i fermenti giganti? Io per ora non faccio nulla per evitare che aumentino di volume...altrimenti come potrei fotografarli in tutto il loro splendore?
    Buona estate anche a te e alla tua bella famiglia, ti abbraccio! :)

    RispondiElimina
  27. ciao mi chiamo Donatella oggi mi hanno regalato ( si sono disfatti) del kefir che era conservato in frigo da più di 10- 15 gg...almeno così mi hanno detto chiuso in un barattolo di vetro... le indicazioni vaghe per usarlo dicevano... lavalo delicatamente è un fungo tipo spugna.... poi mettilo nel barattolo fino a coprire con un pò di latte , mescola tre volte a destra e tre a sinistra ,rimetti in frigo e dopo 12 - 24 ore è pronto.... ora ti racconto com'è andata arrivata a casa .. intanto il barattolo ha fatto tipo un sibilo aprendolo..( è pericoloso?') poi lavandolo questa "spugna unica" ...si è rotta in tre pezzi l'ho messa con latte in frigo chiusi per circa 8 ore quando fatta una ricerca su internet invece scopro tutto il contrario sul fungo tibetano e su 20000 versioni di come farlo...dire che sono un pò confusa...
    vorrei pertanto sapere importante...:
    1) sono ancora buoni dopo 15 gg tenuti in frigo ?
    2) mi spieghi tu bene tutto il procedimento? perchè dopo 8 ore l'ho uscito e messo a temp ambiente e coperto solo con un pò di pellicola...ho letto che deve respirare... e devo considerare da ora le 24 ore?
    mi piacerebbe farlo bene il mio kefir... ma anche sulle quantità non so.... mi sembrano circa tre cucchiai da tavola di fermenti... quanto latte devo mettere?
    3)anzi li posso staccare o devono stare a grappoli? grazie aspetto un pò di chiarezza su tutta questa faccenda! ;)

    RispondiElimina
  28. Ciao Donatella, il tuo racconto contiene tutte le leggende sul kefir! Quella di mescolare tre volte a destra e tre volte a sinistra è la più divertente! Immagino quante persone hanno abbandonato la produzione del kefir solo per la confusione su come agire! leggendo questo blog troverai indicazioni semplici, univoche e soprattutto la confortante notizia sulla forza imbattibile dei fermenti vivi del kefir! Insisti, non chiudere l'apertura del vaso e attendi oltre le 24 ore per ogni ciclo di fermentazione! Hai molti fermenti..devi eliminare le eccedenze ogni volta che fai il filtraggio.
    Non rompere i ciccioli o kefirini...si rompono da soli!
    Torna a scrivere e a leggere...qui si fa sul serio! Ciao e grazie della fiducia :)

    RispondiElimina
  29. grazie fabiola------ penso che ho bisogno solo di entrare in sintonia con i miei kefirini.... la prima fermentazione era andata bene ...sono circa 75 gr ( li ho pesati...)ho tenuto per me circa 50 gr e 25 gr li regalerò.... sono tanti lo stesso da tenere tutti insieme?
    perchè seguendo le indicazioni lette avevo messo per 50 gr mezzo litro di latte... ma delusione oggi alle 24 ore era liquido .... forse non l'ho girato? forse troppo latte? boh... comunque li ho filtrati , aggiunto latte nuovo ma molto meno questa volta.... e li ho mescolati bene! attenderò però questa volta magari più di 24 ore....ho da chiederti altra cosa importante.. ma il siero si deve buttare o mescolare?' perchè ho visto video su youtube in cui lo levano e non lo mescolano al caglio.... ma è corretto? o si perdono prodotti importanti?
    in alternativa lo usano per fare impacchi per il viso ... tu mi confermi? o va sempre mescolato e rincorporato al caglio?'
    quanti gr posso ancora regalare ..e come faccio a capire quali sono ...i figli dei kefirini ...eccessivi ...da staccare??grazieeee

    RispondiElimina
  30. Ciao sono Donatella ho scritto altre volte... ed oggi ho di nuovo bisogno dei vostri consigli sul mio kefir ...lo amo e lo uso per tantissime cose ..torte...per l'insalata..colazione ..etc ... ma li tratto così bene che si moltiplicano in maniera esponenziale... ne ho tre barattoli pieni.. li ho regalati ma nessuno alla fine li ha saputi gestire e li ha buttati!! :( io invece vorrei congelarne un pò e continuare a farmelo ogni gg. .. con pause di 10 gg in frigo per riposare loro ed io ;). Ma non so come fare a congelarli.. mi potreste spiegare come, le quantità, e per quanto tempo e come decongelarli in futuro?'... e poi mi chiedevo anche se mi fa molta impressione...si possono mangiare?'per eliminare sempre quelli in eccesso? magari mescolati in una frittata?o avete suggerimenti o ricette?' grazie attendo come sempre i vostri indispensabili consigli.grazie

    RispondiElimina
  31. Ciao Fabiola, sono nuovo del forum, fino ad oggi non ho mai sentito, ne incuriosito a questi fermenti del kefir, da oggi credo mi mettero al lavoro :). Mi interessava sapere soltanto una cosa, io ho 6 di questi fermenti, e siccome volevo passarli anche ai miei genitori, mi interessava sapere come potevo produrne di piu? e possibile da 1 farne 2? e se si, quanto tempo cca serve? Marino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che scrivi, dubito si tratti dei fermenti vivi del Kefir. Ti consiglio di informarti meglio e ti auguro di trovare il forum gusto a cui chiedere. Buona fortuna

      Elimina

Scrivi la tua domanda o riflessione sul Kefir di latte, ti risponderò in breve tempo!

Archivio blog

Seguimi tramite email