lunedì 29 agosto 2016

Inizia bene la tua avventura con il Kefir di latte

Le domande di chi ha la fortuna di avvicinarsi per la prima volta al Kefir di latte dimostrano una sempre maggiore consapevolezza sulla straordinarietà del Kefir. Nessuno vuole perdere tempo o rischiare di mangiare un alimento misterioso. Nessuno vuole sbagliare quando si tratta del cibo e della salute.

Merenda con il Kefir di latte e spicchi di pesca


In questo Blog si possono leggere molte sfaccettature della mia vita con il Kefir di latte come prezioso supporto nella dieta. Una avventura iniziata per caso nel 1991 e portata avanti giorno dopo giorno con caparbietà motivata dai benefici sulla salute riconducibili proprio all'Elisir Bianco.

Ho smesso di aggiornare il Blog con nuove foto e consigli sulla produzione del Kefir di latte; mi è sembrato di leggere sul web fin troppi nuovi felici estimatori del Kefir e ho fatto un passo indietro, dedicandomi ad altro.

Che avete capito? Non ho mica smesso di produrre e mangiare il mio Kefir di latte! Non ho neanche smesso di parlarne ( guarda la pagina su facebook ) o di rispondere a chi mi scrive!

Per dimostrare quanto ci sia bisogno di chiarezza e informazioni sicure per iniziare bene l'avventura fantastica con il Kefir di latte, vi propongo la mia risposta alle curiosità di S.:

"Ciao Fabiola, sono qui per avere informazioni riguardo i grani di kefir.
Attualmente li ho e sto producendo il mio kefir, e da ieri sera sto leggendo praticamente tutto dal tuo interessantissimo blog, che per fortuna ho trovato, perché in Internet ci sono svariate notizie ma spesso le ho trovate discordanti.
La mia esperienza è iniziata da pochissimo, da circa una settimana, e devo ancora capire se i miei grani sono ok oppure no. Sicuramente non hanno un bell'aspetto come i tuoi!!!

Se intanto mi puoi dire quanto costano, come funziona la spedizione ecc ecc, poi vedrò se sostituirli con i miei, se lo riterrò opportuno.

Intanto ti ringrazio e ti saluto

PS: perché non scrivi più??"


La mia risposta:



Ciao S., non sei la prima a farmi direttamente la domanda: perché non scrivi più?
Quando ho letto il tuo P.S. mi ha fatto l'effetto di una carezza e mi ha dato il senso positivo di tutto ciò che ho scritto sul Kefir di latte e la mia esperienza personale con i fermenti vivi del Kefir.

I motivi sono tanti, ma non ho mai smesso di fare il Kefir di latte per la mia famiglia!

La tua avventura con il Kefir è appena iniziata, fai bene a cercare informazioni.
Ti consiglio di prenderti cura dei tuoi fermenti e di non valutare la loro forza dall'aspetto. I fermenti vivi del Kefir cambiano continuamente e dipende molto da come sono gestiti, oltre che ovviamente dal ceppo da cui provengono.

Non dubito della bontà dei tuoi, nemmeno tu devi farlo!!

Segui un unico metodo, non badare a tutto quello che leggi, specie da persone che producono da poco il Kefir di latte. Segui solo il metodo della persona da cui li hai avuti o se vuoi seguire il mio metodo, non mischiare le proporzioni o i tempi di fermentazione.

Non fare esperimenti creativi prima di riconoscere tutte le variabili del tuo Kefir.

Fai il tuo Kefir ogni giorno con del buon latte intero fresco e mangia la tua dose quotidiana senza mai dimenticarti.

Se tra un paio di mesi avrai ancora voglia di Kefir ogni mattina e ti troverai disposta a dedicargli il tempo necessario, allora eventualmente potrai iniziare a pensare se possiedi fermenti SUPER o NORMALI (secondo me non esistono fermenti normali, esistono solo fermenti trattati distrattamente).

Mi hai spinto a scrivere di Kefir, quasi quasi uso questo testo per aggiornare il Blog, GRAZIE! :)

Spero di averti dato in cambio qualche buon suggerimento per imparare a gestire i tuoi fermenti vivi.

Trattali bene, non mollare e ne sarai felice, te lo assicuro!

Buona serata,
Fabiola
******

Che ne pensate, sono o non sono la vostra solita vecchia Fabiola, quella fanatica che spinge tutti ad iniziare a produrre in casa il Kefir di latte? :)
Non mi deludete, continuate a fare il vostro Kefir e io continuerò ad incoraggiarvi con la mia esperienza ultra ventennale.

Vi abbraccio tutti dalla mia città nel Centro Italia dove stiamo vivendo con coraggio (e paura) le conseguenze dello sciame sismico del tragico terremoto che ha colpito le Marche e il Lazio il 24 Agosto 2016.

Archivio blog

Seguimi tramite email